Attualità e news

Approfondimenti sulle tematiche più attuali
IB

19 gennaio 2018

Guida EUCAST sui breakpoint delle MIC per le combinazioni antibiotico-inibitore

Questo documento fornisce indicazioni sui requisiti dei dati necessari per la determinazione dei breakpoint delle MIC per le combinazioni antibiotico-inibitori. Gli esempi si riferiscono alle combinazioni beta-lattamiche e beta-lattamasi, ma possono essere generalizzate a qualsiasi combinazione di agente microbiologicamente attivo e un inibitore di un meccanismo di resistenza.

IB

12 gennaio 2018

Infezioni di cute e tessuti molli in Pronto soccorso: terapia orale oppure endovenosa?

Un poster presentato al congresso IDWeek 2017 (sessione 74, Stewardship: Data and Program Planning, poster n. 696) ha analizzato le decisioni terapeutiche per le infezioni di cute e tessuti molli in cinque Dipartimenti di emergenza. Queste infezioni sono frequentemente motivo di accesso al Pronto soccorso; le due decisioni principali da prendere riguardano la via di somministrazione dell'antibiotico e il ricovero o meno del paziente. Un paziente al primo episodio e senza i criteri di SIRS (systemic inflammatory response syndrome) viene solitamente trattato per via orale e senza ricovero, mentre in caso di recidiva o di un paziente con segni di sepsi si passa al trattamento per via endovenosa e al ricovero. Tuttavia, non vi è uniformità di gestione dei casi; questo fornisce opportunità formative e indica la necessità di un algoritmo gestionale condiviso.

IB

22 dicembre 2017

Uso eccessivo di antibiotici: anche nei reparti chirurgici è un fattore di rischio per C. difficile

Ricercatori americani hanno condotto il primo studio su Reparti chirurgici in varie specialità negli anni 2014-2016; oltre a dimostrare un prolungamento della degenza media di 7 giorni nei pazienti con infezione da Clostridium difficile, gli autori hanno evidenziato che un uso di antibiotici per più di 24 ore oltre la fine dell’intervento aumenta di oltre 3 volte il rischio di infezione.

IB

15 dicembre 2017

Alti tassi di recidiva di infezione da C. difficile negli ospedali americani

Uno studio di coorte retrospettivo che ha analizzato la documentazione sanitaria di 45.341 pazienti con infezione da Clostridium difficile ha evidenziato un aumento dei casi di recidiva dal 2001 al 2012, sottolineando che vi è un crescente bisogno di terapie per le recidive.

> vedi tutte le notizie

Linee guida

principali linee guida