Attualità e news

Approfondimenti sulle tematiche più attuali
HIV

15 dicembre 2017

Aids: Lorenzin, con Hiv non si scherza, 3.500 casi nel 2016

"Con l'Hiv non si scherza, bisogna proteggere se stessi e gli altri e avere rispetto anche dei partner". A lanciare il messaggio è il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Secondo i dati dell’Istituto superiore di sanità, nel 2016 sono state riportate 3.451 nuove diagnosi di infezione da Hiv, pari a 5,7 nuovi casi per 100.000 abitanti. Una lieve diminuzione per tutte le modalità di trasmissione, in aumento però in proporzione in particolare tra maschi omosessuali. Le persone che hanno scoperto di essere sieropositive nel 2016 hanno un'età media di 39 anni per i maschi e 36 per le femmine. Ma l'incidenza maggiore si registra nella fascia d’età 25-29 anni.

HIV

7 dicembre 2017

Aids, è ancora allarme rosso: anche nel Biellese non calano i malati. L'Asl distribuisce 10 mila preservativi

Nel Biellese non calano i casi di sieropositività ed il Drop-in del Servizio Dipendenze dell'Asl promuove la IV edizione del progetto "Chi si ama mi segua" per richiamare l'attenzione sul tema delle malattie sessualmente trasmissibili. Quest'anno hanno aderito 56 locali notturni e bar della città e provincia dove venerdì 1 e sabato 2 dicembre saranno distribuite 10 mila cartoline informative corredate da un preservativo.

HIV

1 dicembre 2017

Amazon, Echo rosso per la lotta all'AIDS

Amazon tinge di rosso lo speaker Echo per sostenere il Fondo globale per la lotta all'Aids, alla tubercolosi e alla malaria in Africa. Amazon non è l'unica società a sostenere, con prodotti in edizione speciale rossa, il Fondo globale. Numerose sono infatti le compagnie che hanno aderito all'iniziativa, da Dell a Windows, da Armani a Starbucks. Anche Apple collabora con Product Red da oltre dieci anni con diversi prodotti, tutti di colore rosso.

HIV

24 novembre 2017

Coinfezione HCV-HIV, stessa percentuale di guarigione dei monoinfetti grazie ai DAA

L'uso di terapie antivirali ad azione diretta (DAA) ha dimostrato elevati tassi di risposta virologica sostenuta per l'infezione da virus dell'epatite C in soggetti con infezione da HIV paragonabili ai tassi ottenuti nei pazienti mono-infetti da HCV. Questo è quanto pubblicato su Hepatology. I medici del dipartimento di medicina dell'Università Harbour della California-Medical Center di Los Angeles affermano come sia importante essere consapevoli dei farmaci antiretrovirali per il trattamento dell'HIV prima di iniziare quello per l'HCV e delle comorbidità che possono impattare l'SVR. "I clinici – affermano - devono rimanere vigili, soprattutto per quanto riguarda l'identificazione delle interazioni farmacologiche, dei predittori negativi o degli SVR e delle barriere alla cura. In tal modo, i miglioramenti dei tassi di SVR dopo trattamento con DAA possono affrontare un bisogno medico non soddisfatto tra la popolazione coinfetta, con significative implicazioni cliniche".

> vedi tutte le notizie

Linee guida

principali linee guida